Trend Micro per il Moige: ISKF, il progetto di CSR per la sicurezza online dei giovani

Trend Micro per il Moige

Da sinistra: Maria Rita Munizzi, Preesidente Moige. Lynette Owens, Director ISKF project, Trend Micro Inc.. Carla Targa, Senior Marketing & Communication Manager, Trend Micro Italia.

A cura di Carla Targa, Senior Marketing & Communication Manager Trend Micro Italia

Sicurezza, sicurezza, sicurezza… non ho idea di quante vote al giorno io pronunci o scriva questa parola nel mio ruolo di marketing e communication manager di Trend Micro Italy.

Sicuramente alcune centinaia di volte! Eppure il momento in cui uso questa parola con più impeto e decisione è quando indosso il mio cappello di volontaria del progetto ISKF e divento la rappresentante dell’impegno che Trend Micro Italia profonde nel formare ed informare i giovani, gli studenti, gli insegnanti, i genitori (e anche i nonni!) sui pericoli a cui si va incontro se non si usa il web in modo appropriato e consapevole.

Da alcuni anni, con il supporto di Lynette Owens, responsabile worldwide del progetto, Trend Micro Italia collabora con l’associazione nazionale italiana genitori chiamata Moige (Movimento Italiano Genitori): un’associazione non profit, autorevole e patrocinata dal Presidente della Repubblica, che si fa promotrice di molti progetti educativi rivolti ai giovani, tra cui uno chiamato “Per un web sicuro” di cui Trend Micro Italia è sostenitrice insieme a Vodafone, Google, Cisco, HP Enterprise e altre importanti aziende.

Presso le scuole del territorio italiano (studenti dagli 8 ai 15 anni) il Moige organizza un calendario di incontri con gli studenti (al mattino) e con i docenti, genitori e nonni (il pomeriggio) in cui vengono raccontati casi reali di abusi verso minori realizzati via web da persone senza scrupoli e veri e propri “violentatori cibernetici”, e delle tristi (e a volte tragiche) conseguenze fisiche e psicologiche che le giovani vittime subiscono, spesso a causa anche di un abuso del web che gli stessi coetanei fanno.

L’intento non è certo quello di creare allarmismo ed eccessiva preoccupazione, ma rendere consapevoli che la rete nasconde insidie molto pericolose e che queste possono essere evitate principalmente grazie a un maturo, positivo, sincero dialogo con i propri figli, studenti, nipoti.

È fondamentale riuscire a instaurare un rapporto di fiducia reciproca e di stima, di dialogo e complicità tra adulto e giovane, di consapevolezza, appunto! E là dove è necessario, la tecnologia può venire in aiuto con filtri di navigazione.

Lo scorso anno insieme al Moige, Trend Micro Italia ha incontrato 70 scuole, 22.654 studenti, 70 insegnanti, 45.300 adulti e 30.000 famiglie: dopo ogni incontro non abbiamo registrato dei semplici commenti positivi, ma dei sinceri grazie, le parole delle persone incontrate erano piene di gratitudine perché i nostri incontri hanno permesso loro di prendere coscienza di uno dei più grandi e gravi problemi che i giovani si trovano ad affrontare oggi.

E io sono personalmente lieta e orgogliosa di far parte della squadra dei volontari di questo bellissimo progetto di CSR – Corporate Social Responsibility – di Trend Micro: lieta perché lavoro in un’azienda sensibile a un problema così importante a livello mondiale e orgogliosa perché nel mio piccolo posso contribuire a rendere la vita dei giovani di oggi un po’ più … sicura… ed ecco che ho pronunciato per la 301esima volta questa magica parola!! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.