Archivi tag: cloud app security

Trend Micro: nel 2020 bloccate 16,7 milioni di e-mail ad alto rischio sulla scia della pandemia di COVID-19

Pubblicato il Cloud App Security Roundup. Tra i fenomeni osservati un aumento dei malware, delle attività di phishing e del furto di credenziali

A cura di Lisa Dolcini, Head of Marketing Trend Micro Italia

Nel 2020, Trend Micro ha bloccato 16,7 milioni di e-mail che contenevano minacce ad alto rischio indirizzate ai clienti di servizi email basati su web e che avevano oltrepassato i filtri nativi di queste applicazioni. Rispetto al 2019, queste minacce sono cresciute di un terzo.

Il dato è evidenziato dal report Cloud App Security Roundup, elaborato sui dati della soluzione Trend Micro Cloud App, che offre un secondo livello di protezione per Microsoft Exchange Online, Gmail e altri servizi.

La pandemia di COVID-19 ha costretto molte organizzazioni ad accelerare i propri piani di digital transformation e le app SaaS sono diventante indispensabili per il lavoro da remoto. Purtroppo però, ovunque ci sono degli utenti ci sono anche delle minacce e i cybercriminali hanno preso di mira i punti più deboli delle aziende, resi ancora più fragili dalla pandemia. Trend Micro Cloud App Security si è confermata indispensabile nel fornire un ulteriore livello di protezione e ognuna delle minacce intercettate rappresenta un rischio sventato di subire un furto dati, un attacco ransomware o altro di ancora più grave.

I malware, il furto di credenziali e le mail di phishing sono raddoppiati nel 2020, mentre le truffe BEC (Business Email Compromise), hanno registrato una lieve diminuzione.

I dati del report Cloud App Security Roundup

E-mail contenenti malware: Trend Micro ha rilevato 1,1 milioni di e-mail che contenevano malware, facendo registrare un +16% rispetto al 2019. Emotet e Trickbot i malware maggiormente rilevati

Phishing: Trend Micro ha intercettato 6,9 miioni di e-mail di phishing, facendo registrare un +19% rispetto al 2019. Senza considerare i tentativi di furto di credenziali, il numero di minacce in questa categoria è cresciuto del 41% rispetto all’anno precedente. Sfruttando anche la pandemia, i cybercriminali hanno tentato di estorcere informazioni personali o finanziarie

Phishing di credenziali: Trend Micro ha rilevato 5,5 milioni di tentativi di furto di credenziali, permessi dagli attuali filtri di sicurezza cloud nativi. Il dato segna un +14% rispetto al 2019. Alcuni attacchi sono anche supportati da truffe telefoniche

BEC (Business Email Compromise): in questa categoria di attacchi si è registrata una diminuzione del 18%, ma le perdite sono invece aumentate del 48% tra il primo e il secondo trimestre 2020

Trend Micro Cloud App Security offre una protezione multi livello integrata che comprende:

  • Capacità di machine learning attraverso la soluzone Writing Style DNA
  • Capacità di intelligenza artificiale per rilevare i tentativi di phishing
  • Analisis sandbox dei malware
  • Tecnologie di file, web ed e-mail reputation
  • Capacità di rilevare documenti infetti
  • Data Loss Prevention
  • Trend Micro Vision One, una soluzione integrata per il rilevamento e risposta delle minacce all’interno dell’intera infrastruttura

I dati del report sono generati da Trend Micro Cloud App Security™, una soluzione API che protegge una vasta gamma di applicazioni e servizi cloud tra cui Microsoft OneDrive for Business, SharePoint Online, Microsoft Teams, Google Drive, Box, Dropbox e Salesforce.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link

Trend Micro presenta la nuova soluzione per la sicurezza delle applicazioni cloud-based

Ulteriori novità per la piattaforma Cloud One, che ora protegge dalle minacce anche le applicazioni e le API

A cura di Salvatore Marcis, Technical Director Trend Micro Italia

Siamo felici di presentare Trend Micro Cloud One™ – Application Security, la soluzione nativa per il cloud che mette in sicurezza le applicazioni e le API, fornendo una visibilità a livello di codice e protezione contro le ultime minacce. La soluzione è parte della piattaforma di sicurezza cloud, Trend Micro Cloud One.

Una recente analisi di Gartner avvisa che “Più del 50% delle aziende global avrà implementato entro il 2025 servizi serverless di function platform (fPaaS). Oggi questa percentuale è intorno al 20%”. Cloud One – Application Security anticipa la crescita del mercato e offre sin da subito una security integrata per una protezione runtime, che permette alle aziende di proteggere i dati in tutti i nuovi ambienti.

La Application Security è una parte di valore della piattaforma Cloud One e integra la tecnologia per fornire una protezione superiore ai clienti che distribuiscono applicazioni ovunque esse siano. Sia che le applicazioni vengano create on-premise, come container in cloud o utilizzando un design serverless, gli strumenti di security non dovrebbero interferire con la pipeline di sviluppo. Grazie ad Application Security, le aziende possono implementare facilmente una protezione avanzata nelle infrastrutture legacy, così come nei framework o nei linguaggi più moderni.

Trend Micro ha evidenziato in un recente studio come la sicurezza delle applicazioni cloud sia un punto critico. La ricerca ha messo in evidenza le minacce che colpiscono più frequentemente le applicazioni serverless, che includono il furto di dati sensibili, di credenziali e del codice stesso. Le metodologie di attacco alle applicazioni riguardano tecniche comuni, che vengono però sfruttate contro una nuova superficie di attacco.

Cloud One – Application Security non solo ferma gli attacchi runtime prima che inizino, ma aiuta anche gli sviluppatori a identificare vulnerabilità all’interno del loro codice che potrebbero essere sfruttate per un attacco.

Sia che le applicazioni vengano realizzate all’interno dell’azienda o da una terza parte, l’analisi del codice aiuta a gestire in maniera efficace i processi per identificare e risolvere le eventuali criticità.

La piattaforma Trend Micro Cloud One permette alle aziende di implementare una serie di servizi di security e controlli di conformità insieme alla security delle applicazioni, senza che questa ostacoli l’agilità di distribuzione e di sviluppo tipica del cloud.

Ulteriori informazioni su Trend Micro Cloud One – Application Security sono disponibili a questo link

Trend Micro: nel 2019 bloccate 13 milioni di email ad alto rischio

Pubblicato il Cloud App Security Roundup. Tra i fenomeni osservati un aumento delle truffe Business Email Compromise (BEC), di attacchi phishing e di email che contenevano malware

A cura di Salvatore Marcis, Technical Director Trend Micro Italia

Nel 2019 Trend Micro ha bloccato 12,7 milioni di email che contenevano minacce ad alto rischio indirizzate ai clienti di servizi email basati su cloud di Microsoft e Google. Un dato che è evidenziato dal report Cloud App Security Roundup, elaborato sui dati della soluzione Trend Micro Cloud App, che offre un secondo livello di protezione per questi servizi e che interviene sulle minacce che oltrepassano i sistemi di sicurezza previsti dai vendor.

Le aziende sfruttano le potenzialità delle applicazioni SaaS per indirizzare la produttività, risparmiare sui costi e favorire la crescita. Affidandosi esclusivamente alla protezione di base inclusa nelle soluzioni di SaaS, possono però andare in contro a dei rischi. Come ha dimostrato il nostro report, una sicurezza di base non è sufficiente oggi per fermare i cybercriminali. Le aziende devono assumersi la responsabilità della protezione cloud e adottare una soluzione multi livello esterna per migliorare le funzionalità di security native della propria piattaforma.

Secondo il report, oltre 11 milioni di email ad alto rischio bloccate nel 2019, ovvero l’89% del totale, veicolavano attacchi phishing. Rispetto al 2018, abbiamo rilevato un aumento del 35% per quanto riguarda i tentativi di sottrazione delle credenziali e il numero di link sconosciuti in questi attacchi è passato dal 9% al 44%. Questo dimostrerebbe che i truffatori registrano nuovi siti web per evitare di essere rintracciati.

Il report mostra anche che i cybercriminali stanno diventando sempre più bravi nell’aggirare il primo livello di difesa contro le truffe Business Email Compromise (BEC), ma la percentuale di questa tipologia di attacchi che sono stati fermati grazie ad analisi basate sull’intelligenza artificiale è salita dal 7% del 2018 al 21% del 2019.

Tra le tecniche di phishing emergenti, il report sottolinea l’utilizzo di HTTPS che mirano agli account degli amministratori di Office 365. Questo permette ai cybercriminali di dirottare gli account connessi sui domini in target e utilizzarli per mandare malware, lanciare attacchi BEC più convincenti e altro ancora. Trend Micro nel 2019 ha bloccati circa 400mila tentativi di truffe BEC, ovvero il 271% in più rispetto all’anno precedente.

Per far fronte a queste minacce con successo, suggeriamo di:

  • Passare da una sola soluzione gateway a una di cloud app security multi livello
  • Considerare l’analisi in sandbox di malware, il rilevamento degli exploit nei documenti e tecnologie di reputazione file, email e web per individuare malware nascosti in Office 365 e nei documenti PDF
  • Rafforzare le policy di data loss prevention (DLP) nelle app di cloud email e di collaborazione
  • Scegliere un partner di security che possa offrire un’integrazione senza soluzione di continuità nella propria piattaforma cloud, preservando le funzioni utenti e di amministratore
  • Sviluppare programmi formativi per gli utenti finali

I dati del report sono generati da Trend Micro Cloud App Security™, una soluzione API che protegge una vasta gamma di applicazioni e servizi cloud, inclusi Microsoft® Office 365™ Exchange™ Online, OneDrive® for Business, SharePoint® Online, Gmail, e Google Drive.

Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link