Archivi tag: Social Network

Dieci consigli per la sicurezza sui social media per la fine delle vacanze estive

A cura di Lisa Dolcini, Head of Marketing Trend Micro Italia

La pandemia di COVID-19 ci ha spinto a trascorrere molto più tempo sui social media. Le vacanze estive offrono di solito a bambini e ragazzi – ma non solo – più tempo libero per usare i device digitali. Anche se quest’estate potrebbe essere stata diversa, offrendoci maggiori opportunità per uscire, andare in vacanza e liberarci dai nostri schermi, i social media rimangono uno dei principali strumenti per rimanere in contatto con le persone, raccontare le esperienze vissute in vacanza, i luoghi visitati e come trascorrere le settimane rimaste prima che ricomincino la scuola e i vari impegni.

Tornare ai soliti ritmi e orari non è mai facile. Praticare abitudini in grado di mantenere i social media un luogo sicuro e divertente è però sempre fondamentale, in modo da conoscerne i potenziali rischi e sapere come evitarli.

Rischi comuni: quali sono e come evitarli

Violazione dell’account: a volte è molto facile che il nostro account venga violato perché qualcuno è riuscito a entrare in possesso della nostra password. Potrebbe essere successo tramite una violazione dei dati dell’app dei social media o perché la nostra password è facilmente intuibile. Gli hacker utilizzano gli account dei social media per perpetrare tutti i vari tipi di crimini, fra cui anche utilizzare un account per richiedere denaro agli amici della vittima.

Condivisione eccessiva: se tu o tuo figlio pubblicate troppe informazioni personali in un feed pubblico, potrebbero verificarsi problemi in futuro. I dati che potrebbero sembrare apparentemente innocenti, potrebbero al contrario fornire ai truffatori di identità alcune informazioni vitali per dirottare i tuoi account, aprirne di nuovi online a tuo nome o inviarti e-mail di phishing convincenti chiedendoti i tuoi dati bancari. Allo stesso modo, le informazioni condivise pubblicamente sui social media potrebbero essere visualizzate da potenziali datori di lavoro, forze dell’ordine, agenzie di credito e persino istituzioni. Se si è in vacanza, pubblicare il fatto di essere lontani da casa può anche esporre la tua famiglia a diversi rischi. È importante che i tuoi figli capiscano che chiunque su Internet può vedere ciò che pubblichi e che ciò potrebbe causare danni.

App di terze parti: i tuoi figli potrebbero iscriversi ad app di terze parti per collegare i loro profili sui social media per un gioco o un quiz sulla personalità. Ciò potrebbe comportare la condivisione di dati sensibili del profilo con estranei e inserzionisti. Per questo motivo assicurati di leggere le recensioni e i termini e condizioni per ogni app che tuo figlio vorrebbe scaricare. Ulteriori informazioni su questo argomento sono disponibili in questo approfondimento a cura di Trend Micro.

Spam dannosi e truffe: come utenti dei social media, tendiamo a fidarci dei messaggi o dei post che provengono dai nostri amici. I criminali informatici lo sanno e sono abili nel dirottare gli account dei nostri contatti per inviarci link dannosi, truffe di phishing e altro ancora. Assicurati perciò che i tuoi figli comprendano l’importanza di prestare attenzione prima di cliccare su qualsiasi collegamento o rispondere a qualsiasi messaggio sui social media. Ulteriori informazioni sulle truffe di hacking su Instagram sono disponibili qui.

Fakenews, informazioni o persone inaffidabili: sta diventando sempre più difficile dire di chi e cosa possiamo fidarci online, quindi assicurati di insegnare ai tuoi figli a essere consapevoli mentre scorrono i feed dei diversi social e condividono frettolosamente cose che non sono state controllate almeno due volte. I bambini dovrebbero sempre prendersi del tempo per verificare ciò che consultano e condividono online.

Buone abitudini per un uso sicuro dei social media

Abbiamo fin qui elencato alcuni dei maggiori rischi che si possono correre sui social media. Ecco anche 10 consigli per evitarli e mantenere questi ambienti un luogo divertente e sicuro per tutti.

Crea password sicure: usa una password sicura e cambiala spesso. Incoraggia i tuoi figli a trovare una password sicura grazie a una frase facile da ricordare, ma usando solo la prima lettera di ogni parola nella frase. Aggiungi almeno un numero e uno o due caratteri speciali, per rendere ancora più difficile l’accesso a un hacker. Cambia spesso le password e prendi in considerazione l’utilizzo di un gestore di password. Se diventa troppo difficile ricordarne troppe, ecco un link utile.

Usa l’autenticazione a 2 fattori (2FA): la maggior parte delle app di social media fornisce questa opzione nelle impostazioni di sicurezza. Quando attivi 2FA, riceverai un codice speciale – tramite messaggio di testo o tramite una e-mail – che dovrai inserire dopo aver inserito la password. Se qualcuno viene in possesso della tua password, non sarà in grado di accedere al tuo account se hai attivato 2FA poiché avrebbe anche bisogno del tuo telefono (per ricevere il codice tramite SMS) o dell’accesso al tuo account e-mail (per ricevere il codice via e-mail). Usa sempre questa impostazione e incoraggia anche i tuoi figli ad attivarla.

Usa e modifica le impostazioni sulla privacy: questo ti aiuterà a limitare la quantità di informazioni personali che condividi pubblicamente. Ricorda ai tuoi figli di controllare le loro impostazioni sulla privacy sui loro account social e di limitare ciò che stanno condividendo o con chi sono connessi. Controlla queste impostazioni regolarmente poiché cambiano spesso.

Segnala o blocca gli utenti: segnala, blocca, smetti di seguire o silenzia gli utenti sui social media che pubblicano contenuti inappropriati, diffondono odio o trattano te o i tuoi figli in modo dannoso e inappropriato. Le società di social media ricevono molti di questi rapporti, ma tendono a dare la priorità a quelli che ottengono il maggior numero di segnalazioni, quindi è importante incoraggiare i bambini e i loro amici ad agire quando qualcuno si comporta male.

Aggiorna le app: come per tutti i software, è importante mantenere aggiornate le app dei social media per garantire la protezione da eventuali nuove minacce o vulnerabilità. Assicurati di configurare le impostazioni del telefono dei tuoi figli per installare automaticamente gli aggiornamenti.

Fai un controllo periodico: controlla se la tua e-mail, password o numero di telefono è stata trafugata da un hacker. Strumenti gratuiti come il plug-in del browser Trend Micro Check o l’app ID Security di Trend Micro ti consentono di verificare se sono trapelati su Internet. In tal caso, assicurati di modificare la password di qualsiasi sito che ha divulgato le tue informazioni personali o di cancellare il tuo account su quel sito se non lo usi da un po’ di tempo.

Installa software di sicurezza: tutti i dispositivi devono essere protetti con un anti-malware avanzato. Il software di sicurezza può bloccare i collegamenti dannosi e altre minacce dei social media prima ancora che i tuoi figli li vedano.

Insegnare e mettere in pratica le competenze digitali: può essere difficile in questi giorni discernere di chi e di cosa possiamo fidarci online. Insegnare ai nostri figli le principali competenze digitali – la capacità di accedere, analizzare, valutare, creare e agire utilizzando tutte le forme di comunicazione – può aiutarli a determinare come dovrebbero trattare le informazioni che vedono online. Praticare buone capacità in questo senso significa fare una pausa prima di reagire o rispondere e porre domande. Una guida per i genitori sviluppata in collaborazione con la National Association for Media Literacy Education è un buon modo per praticare questa fondamentale abilità di vita con i tuoi figli.

Considera il controllo genitori (parental control): gli strumenti di controllo genitori ti consentono di filtrare i contenuti e i programmi a cui i tuoi figli possono accedere sul loro dispositivo mobile e a casa, oltre a impostare limiti di tempo per l’accesso a Internet. Ad esempio, i prodotti Trend Micro Security offrono una funzione di controllo parentale. Mentre i tuoi figli si preparano per tornare a scuola, aiutarli a gestire il tempo davanti allo schermo sarà più importante che mai.

Comunicare: infine, mentre tutte queste tecnologie sono modi efficaci per aiutare noi e i nostri figli a rimanere al sicuro online, niente è efficace quanto avere una comunicazione aperta. Assicurati di guidare i tuoi figli a fare buone scelte su come collegarsi online e quali azioni compiere con i social media, ma soprattutto sii un buon modello anche per loro. I bambini spesso imparano molto in base a ciò che vedono sui social media. Parla con loro di ciò che stanno vedendo e imparando, il che può essere un ottimo barometro di come sono le loro esperienze nel complesso ecosistema dei social media. Se qualcosa va storto dovrebbero sapere che sei qualcuno a cui possono rivolgersi per chiedere aiuto. A tal proposito guarda “Conta fino a 3!”, la campagna Trend Micro che svela ai più piccoli le corrette pratiche di navigazione e utilizzo social media.

Mentre l’estate volge al termine e iniziamo a prepararci per l’inizio di un nuovo anno accademico, sfrutta questo tempo per preparare i tuoi figli a un uso corretto dei social media. Li aiuterà a vivere l’anno scolastico in modo più divertente e produttivo.

Per ulteriori suggerimenti sulla sicurezza dei social media sul posto di lavoro, visitare il blog di Trend Micro qui.

“Conta fino a 3!” Trend Micro lancia la nuova campagna di security awareness che mette al centro i più piccoli

A cura di Lisa Dolcini, Marketing Manager Trend Micro Italia 

Cyber Bullismo, fake news, condivisione di immagini o video non appropriati, sono solo alcuni dei molti pericoli che affollano la rete e a farne le spese sono soprattutto i più piccoli. In questo scenario, in cui ci siamo sempre curati dell’educazione e della formazione dei nuovi cittadini digitali, presentiamo “Conta fino a 3!”, la nuova campagna video di security awareness.

Dedicata ai minori e ai genitori come audience primarie, la campagna digitale ha l’obiettivo di mostrare quali sono le pratiche corrette di navigazione e di utilizzo del web da adottare, per utilizzare in maniera consapevole internet, i social media e, più in generale, i moderni dispositivi tecnologici.

“Conta fino a 3!” è una campagna che si articola in 5 video pillole realizzate come animazione da noti graphic novelist. I protagonisti sono due bambini, Alice e Tommy, che mentre utilizzano un dispositivo tecnologico nelle varie attività del proprio quotidiano, si trovano davanti a un bivio che potrebbe condurli a una situazione di pericolo. Una voce fuori campo avvisa di “Contare fino a 3” e riflettere, prima di scegliere come comportarsi, e di rivolgersi anche a un adulto ogni volta che si ha un dubbio.

Perché alla fine, ed è il messaggio della campagna, quello che conta davvero è parlare e discutere di queste situazioni, per riuscire a gestirle nella maniera corretta.

Questi i temi delle video pillole:

  • La vita in chat – sulle informazioni che vengono condivise
  • Ridere e Condividere – sul materiale e le fotografie che circolano in rete
  • Chi ci scrive? – sulle conversazioni in chat
  • Partite pericolose – sul gaming online
  • Difendersi online – sul cyberbullismo

Oggi l’età media in cui un bambino riceve il suo primo smartphone si sta abbassando sempre di più. I bambini interagiscono sempre prima con gli strumenti digitali, per questo è fondamentale insegnare loro come utilizzarli, per evitare che li adoperino nel modo sbagliato, che si rendano protagonisti o diventino vittime degli episodi sbagliati. Siamo in prima linea in questa attività di formazione, per noi è fondamentale far crescere i cittadini digitali del futuro, perché non ci si protegge dalle minacce IT solo con le soluzioni, ma soprattutto con la consapevolezza.

La campagna “Conta fino a 3!” si inserisce all’interno del progetto globale di volontariato di Trend Micro, Internet Safety For Kids And Family, che l’azienda promuove in tutto il mondo per fornire ai ragazzi, alle famiglie e agli insegnanti gli strumenti necessari per essere cittadini digitali consapevoli, utilizzare in modo informato la rete Internet e renderla un luogo sicuro per i minori, proteggendoli dai rischi e dalle minacce a cui possono andare incontro durante la navigazione. In Italia, Trend Micro partecipa attivamente a incontri formativi contro il cyber bullismo nelle scuole.

Le video pillole della campagna “Conta fino a tre!” sono disponibili a questo link

Gli hashtag dell’iniziativa sono:

  • #TrendMicro4Kids
  • #OnlineSafety

Le fake news continuano a imperversare online e il rischio che i più giovani vengano ingannati è sempre maggiore

A cura di Carla Targa, Senior Marketing & Communication Manager Trend Micro Italia 

La battaglia contro le fake news è appena cominciata.

Il termine “fake news” è utilizzato ormai comunemente, ma le persone che come me lavorano da parecchio tempo nel mercato della security hanno chiamato questo tipo di disinformazione con molti altri nomi, come truffa, clickbait e più recentemente anche cyber-propaganda. Le “false storie” sono più difficili da riconoscere e prevenire, nonostante si facciano costantemente molti sforzi.

Come sostenitrice della sicurezza online da molti anni, riconosco che questo è un problema

La battaglia delle fake news è appena cominciata

incredibile per tutti noi, ma specialmente per i più giovani, che fanno molto più affidamento sulla rete rispetto alle generazioni precedenti. Se le fake news continuano a diffondersi in internet, il rischio che i minori vengano ingannati è sempre più alto.

La battaglia è appena cominciata

L’ecosistema delle fake news ha molte facce, dai creatori ai distributori, passando per i consumatori e i canali che le supportano. Anche l’industria della tecnologia ha il suo ruolo in questa battaglia. Mentre la disinformazione si diffonde in internet, i mezzi di comunicazione di massa sono ormai legati ai canali online riuscendo a raggiungere pubblici sempre più vasti. Per fortuna molti player stanno reagendo. Google, Facebook e Snapchat hanno cambiato alcuni servizi o intrapreso iniziative per fermare il flusso delle fake news sulle loro piattaforme. Questa è una grande notizia, nel momento in cui questi mezzi sono quelli principali dove le persone cercano e si scambiano informazioni.

Continua a leggere